Nessuna imposta di bollo sull’istanza di accesso al contributo Covid destinata alla Regione Toscana


Non è prevista alcuna imposta di bollo sull’istanza per il contributo a fondo perduto destinato dalla Regione Toscana alla filiera del turismo particolarmente danneggiata dall’epidemia Covid-19, a causa del blocco dei congressi, delle fiere e di altri eventi connessi che richiamavano l’afflusso turistico (Agenzia Entrate – risposta 11 gennaio 2021, n. 37).

La regione Toscana ha approvato il bando “Fondo investimenti Toscana – contributi a fondo perduto a favore della Filiera del Turismo” che concerne aiuti finalizzati al contenimento e al contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19 le cui finalità e gli obiettivi sono quelli di di favorire la ripresa dei flussi turistici e di garantire la tenuta del sistema turistico.


Infatti, con il bando la Regione intende concedere, un sostegno ad alcune categorie di soggetti particolarmente danneggiati a seguito dell’epidemia da Covid-19 e della conseguente scomparsa del turismo e del business legato ai congressi, convegni e fiere.


Pertanto, la Regione intende sostenere un particolare segmento delle imprese della filiera del turismo, vale a dire le agenzie di viaggio, le guide ed il sistema dei collegamenti (taxi, NCC, noleggio bus, …), che potranno rivestire un ruolo fondamentale nel garantire la tenuta del sistema e nel favorire il rilancio dell’offerta nel settore turistico in Toscana.


Ai fini dell’ottenimento del contributo, il soggetto avente diritto a richiederlo deve presentare istanza redatta esclusivamente on line, previo rilascio delle credenziali di accesso al sistema informativo.


La domanda consiste nel documento in formato pdf generato in automatico dal sistema informatico di Sviluppo Toscana S.p.A al momento di chiusura della compilazione, comprensivo di tutte le dichiarazioni/schede presenti on-line, firmato digitalmente.


La suddetta domanda può rientrare nel campo di applicazione delle domande per il conseguimento di sussidi che sono esenti dall’imposta di bollo.


La domanda al contributo rientra quindi tra le domande per il conseguimento di sussidi tenute fuori dalla tassazione.