Immobili funzionalmente indipendenti e con accesso autonomo dall’esterno, ok al Superbonus


Fornito ulteriori chiarimenti sull’accesso al Superbonus di un’unità immobiliare “funzionalmente indipendente” e con “accesso autonomo dall’esterno” (Agenzia delle Entrate – Risposta 07 gennaio 2021, n. 16).

Nel caso di specie, il contribuente dichiara di essere proprietario di un edificio composto da due “corpi” affiancati di cui uno ospita l’unità immobiliare residenziale, sulla quale l’istante intende effettuare interventi di risparmio energetico, mentre l’altro corpo ospita due unità immobiliari (ad uso abitativo) concesse in uso a terzi. Al riguardo, l’Agenzia ritiene che, nel presupposto che l’unità immobiliare in questione sia “funzionalmente indipendente” e disponga di un “accesso autonomo dall’esterno”, possa, in presenza di tutti gli altri presupposti previsti dalla citata normativa di riferimento, accedere al Superbonus.
Inoltre, con riferimento al caso di unità immobiliari locate o in comodato, l’Agenzia ha chiarito che una persona fisica che detiene l’unità immobiliare in base ad un contratto di locazione, anche finanziaria, o di comodato, regolarmente registrato, può fruire del Superbonus, nel rispetto di ogni altro requisito richiesto dalle norme agevolative, a prescindere dal fatto che il proprietario dell’immobile abbia o meno fruito del Superbonus per interventi effettuate su altre due unità immobiliari.